DATEVI AL MEGLIO DELLA VITA

Vocazione: un incontro, di Qualcuno che ci raggiunge chiamandoci. La risposta a questa chiamata, non è una decisione presa ma piuttosto un consegnarci, un affidarci, un reale spostamento di noi stessi, uno sradicarci da noi stessi, dal nostro io chiuso e concentrato su sé stesso, fino a trapiantarci in Cristo.

e noi sorelle, ciascuna nella sua storia personale,  abbiamo ricevuto il dono di  incontrare  Gesù che ci ha raggiunte là dove eravamo , così come eravamo; ci ha chiamate ad essere “cristiane” (come san Francesco amava chiamare santa Chiara)  nella semplice sequela di LUI,  giorno dopo giorno, cercando di vivere l’ Evangelo nella preghiera , nelle vita fraterna e nel cammino di una esistenza sempre più essenziale perché arricchita dallo stare con Lui nella sua amicizia, per  essere dono per gli altri.

Se vuoi conoscere la nostra forma di vita, se ti potrebbe aiutare il confronto e la condivisione con una sorella ; volentieri: … chiama o scrivi. nella libertà.

Noi continuiamo a pregare per te.

 

 

LETTURA DELL’IMMAGINE

La centralità è data dalle due figure poste in movimento, un ragazzo e una ragazza, che seguono un uomo avvolto dal mantello. Lo sguardo del ragazzo è rivolto verso l’uomo, quello della ragazza verso il ragazzo. E’ l’umanità in cammino. Entrambi si pongono dietro a quel viandante che sembra indicare la via con la sua stessa persona e che non ci lascia mai soli in questo cammino della vita. E’ un percorso, il cammino, dove tutto rinvia a parole ed eventi presenti nei Vangeli, richiamando che questo cammino è parte integrante dell’unica Storia della Salvezza, compiutasi in Cristo e che ora raggiunge la vita concreta di coloro che si lasciano toccare e chiamare dal Signore e con Lui si mettono in cammino per continuarla nell’oggi.  Tocca  a te muoverti e camminare.